Pastificio Cardamone

Nel rispetto della storia e della tradizione si è deciso di creare il nostro prodotto, seguendo la tradizione calabrese, ma con una rivisitazione e un’apertura alle usanze gastronomiche dell’Italia intera. Abbiamo deciso di distinguere la Pasta in quattro tipologie.

Pasta all'uovo

Vai »

Specialità Regionali

Vai »

Pasta Ripiena

Vai »

Tradizionali

Vai »

Scarica il catalog completo (pdf)

La pasta di semola è prodotta con la migliore semola di grano duro, proveniente da coltivazioni siciliane e del meridione, dalle indiscusse ed eccezionali caratteristiche, e con acqua purissima, che sgorga dalle fresche e chiare sorgenti Silane. La lavorazione utilizza trafile al bronzo che consentono di ottenere una pasta ruvida, rugosa, porosa, dalla consistenza tenace e corposa, perfetta per accogliere, trattenere e valorizzare i sughi. Per i formati regionali, disponibili sia in confezione fresca che secca, la lavorazione avviene mediante trafile al teflon, si ottiene, cosi, una pasta dalla superficie lucida e liscia e dal classico colore giallo acceso. La pasta destinata al consumo fresco, previo confezionamento, viene avviata in cella frigo a temperatura costante di 4°C. La pasta destinata all’essicazione, disposta su telai, inizia il processo di lenta essiccazione (20/22 ore) a temperatura controllata che consente di ottenere un prodotto secco, elastico, digeribile e intatto nelle sue caratteristiche organolettiche; il procedimento si conclude con la fase di maturazione per circa dodici ore. Si procede, quindi, alla fase di pesatura, confezionamento ed etichettatura, curando l'aspetto finale in maniera attenta e precisa.
La pasta all'uovo è prodotta con uova fresche, provenienti da allevamenti del territorio, semola di grano duro e acqua, miscelati per circa venti minuti a impasto lento e omogeneo in modo che non subisca alterazione di temperatura. La laminazione è ottenuta mediante un processo di riduzione lenta e graduale della sfoglia, la quale viene, successivamente, tagliata in base al formato richiesto e, la parte destinata al consumo fresco, appositamente confezionata, avviata in cella frigo a temperatura costante di 4°C. La parte destinata all’essiccazione, disposta su appositi telai in legno, si ottiene, seguendo lo stesso procedimento della pasta di semola.